Scoprirsi amati da un Dio folle

Il seminario “Vita Nuova” raccontato da Annalisa e Marco

Ciao siamo Marco e Annalisa,

ok è facile dire da domani cambio vita, ma siamo oggi e tutt’intorno è uguale a ieri e ci fa comodo così.

A noi è successo questo: c’era in noi il desiderio di fare un percorso che ci aiutasse a crescere come coppia e il Buon Dio si è servito della tecnologia per farci conoscere una via per fare tutto ciò. Una sera navigando in rete ci ha messo davanti un invito per il Corso Fidanzati Residenziale organizzato da TueDio.

L’abbiamo preso proprio come un invito e un’opportunità che Dio ci mandava e abbiamo voluto rispondere positivamente, con un po’ di paura a quest’invito.

La paura veniva dal fatto che dovevamo metterci in discussione

dal nuovo che non conoscevamo. Ci siamo abbandonati e alla fine del corso eravamo soddisfatti e ricaricati da tutto ciò che abbiamo condiviso e da quel clima positivo che sentivamo attorno.

Da questa proposta ne è seguita un’altra, il seminario “Vita Nuova”, ma non avevamo tempo, ci dispiaceva non poter partecipare e quindi abbiamo continuato a seguire tramite internet tutto ciò che l’equipe TueDio proponeva.

Ed ecco che arriva la proposta persa a giugno, un nuovo seminario “Vita Nuova” a novembre, e questa volta non volevamo perderla perché sapevamo che poteva essere un’occasione di ricarica. Si quella ricarica che bisogna ogni tanto fare, come la macchina che per andare avanti ha bisogno di rifornimento. E anche qui la paura per il nuovo non mancava, per quello che ci aspettava…era più comodo stare a casa e non mettersi in gioco, ma qualcosa e Qualcuno più grande di noi ci ha dato la forza e il coraggio che tante volte ci manca.

Il primo impatto non è stato difficile, qualcuno conoscevamo già e, sebbene la maggior parte erano tutte persone nuove, l’inserimento è stato veloce, grazie all’attenzione di tutta l’equipe verso ogni persona che partecipa all’iniziativa.

Con l’avanzare delle tappe percepivamo che qualcosa di grande stava agendo attraverso la voce e i gesti delle persone che testimoniavano esperienze di vita e di fede. La Parola di Dio non erano solo parole lontane ma era pane spezzato nella vita di tutti i giorni.

La preghiera non era un insieme di formule, era creare un rapporto con un Amico che fin dalle origini ci ha pensato e creato sul palmo della sua mano, e alla fine diveniva prendersi cura l’uno dell’altro.

Scoprirsi amati gratuitamente, partendo dalle piccole cose che ogni giorno riceviamo in dono.

Scoprirsi amati nonostante le nostre povertà e piccolezze, ma grandi ai Suoi occhi.

Incontrare e piegare le ginocchia di fronte a Colui che vuole e chiede di entrare dentro le nostre vite per dare un senso e chiamarci a donare la nostra vita affinché ognuno faccia esperienza di Lui.

È difficile descrivere quel Colui, quel Qualcuno, quel Lui di cui vi parliamo e che ci ha fatto sperimentare tutto ciò perché bisogna viverlo sulla propria pelle. È il nostro Dio che ha mandato suo Figlio Gesù donando la vita per noi, per amore, e che ancora OGGI ci dona quella forza dall’alto: lo Spirito Santo perché ognuno di noi rinasca ogni giorno a Vita Nuova.

Ci accorgiamo che non è semplice trasmettere tutto quello che abbiamo vissuto, ma a ognuno di voi che legge consigliamo di non temere di accogliere e vivere la proposta di un seminario di “Vita Nuova”.

Vogliamo ringraziare tutta l’equipe che ha portato avanti questa iniziativa con la loro semplicità, apertura, accoglienza, gioia e serenità che ti fanno sentire amati per quello che sei.

Di cuore veramente grazie.

Marco e Annalisa